Giulio Cavalli


In Lombardia prosegue l’organizzazione delle primarie del centro sinistra che porteranno a scegliere il candidato adatto alla presidenza della Regione. Tra i nomi ufficiali emergono quello di Alessandra Kistermann, la ginecologa del Mangiagalli sostenuta da mille firme della società civile e Roberto Biscardini, socialista.
Il loro percorso andrà avanti anche se dovesse arrivare il via libera dall’avvocato Umberto Ambrosoli, che ha rimandato la sua decisione a lunedi. A questi si aggiunge Giulio Cavalli, di sinistra e libertà Lombardia, volto di quella parte di Regione che piace tanto ai giovani, ma non solo. Dopo diciassette anni di governo Formigoni, la Lombardia si appresta a un cambiamento importante, che avverrà a gennaio 2013. Non solo mutamenti locali, ma che avranno un riverbero su tutto il territorio nazionale vista l’importanza della Regione, ultimamente coinvolta in scandali politici. Il centrosinistra, quindi vorrebbe tornare alla ribalta del Pirellone ma per sapere i risultati bisogna aspettare il 16 Dicembre.

Emanuele Fiano


Prerogativa di ogni Stato e priorità di ogni Governo è il mantenimento dell’ordine pubblico all’interno del territorio nazionale per garantire una adeguata sicurezza dei cittadini. Negli ultimi anni, in concomitanza con i critici avvenimenti internazionali che hanno visto partecipe le organizzazioni terroristiche, la difesa della sicurezza dei cittadini è diventata un elemento prioritario dell’azione politica di ogni forza governativa, ed un elemento imprescindibile di ogni programma politico.

Ogni forza politica rivolge attenzione ad una strategia di sicurezza dei propri cittadini.

Su questo elemento si confrontano i programmi di governo e la vittoria di una coalizione politica si determina in base al proprio programma di difesa della sicurezza interna di un paese.

Ma la sicurezza dei cittadini, non riguarda solamente la loro difesa dagli attacchi terroristici esterni, riguarda anche la difesa della popolazione dalla criminalità organizzata radicata all’interno dei confini nazionali.